mercoledì 28 maggio 2008

Naan bread all'italiana

Cucina fusion?
Mah...


Farcire un naan con la pancetta ha un che di blasfemo....
Ma dovevo provare a farli.
E la prossima volta li farcisco con delle verdure allo yoghurt profumate alla menta.
Oppure con pomodorini confit e formaggio morbido.
La ricetta me l'ha fatta conoscere Barbara di Coquinaria.

Naan Bread
400 gr di farina 0
1 bustina di lievito disidratato
2 cucchiai d'olio
1 vasetto di yogurth bianco magro
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di miele
120 gr d'acqua

Ho impastato brevemente, formato delle palline e lasciate lievitare 10 minuti sotto ad un canovaccio, il tempo di portare il forno a 210°.
Ho infarinato le palline e le ho schiacciate con le punte delle dita, poi le ho tirate per allungarle.
Ho appoggiato il pane sulla griglia ( e questa per me e' una novità, visto che ho sempre usato la teglia ) e l'ho infilata in forno nella parte piu' alta, a pochi cm dalla resistenza.
Cottura 9 minuti a forno ventilato.


Io aggiungo che avevo provato a farli nel forno (a gas) e non erano venuti gonfi per nulla.
Allora ho provato nel mitico fornetto con la pietra refrattaria e ha funzionato.
A proposito, quelli della foto sono piccolissimi, solo 10 gr, e credo proprio possano rientrare di diritto nella categoria "Bocconcini".

6 commenti:

lydia ha detto...

Sembrano facili facili.
Domanda da un milione di dollari: "quanto reggono"?

Serena ha detto...

Lydia...reggono poco, li finiscono tutti in un baleno.. :)
A parte di scherzi, come conservazione reggono bene, se li si mangia entro un ragionevole lasso di tempo, basta conservarli coperti da un tovagliolo.
Sennò in una busta di carta tipo quelle per il pane.
Si congelano benissimo.

Maria Giovanna ha detto...

Maffina tutto ciò che fai tu non potrà mai essere blasfemo, hai le manine d'oro!

Passione&Cucina

Sere ha detto...

Sono davvero splendidi e veloci. Utili per una cena improvvisata all'ultimo! Segno la ricetta!

Spilucchina ha detto...

Fusion o no, mi piace tantissimo!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Particolarissimi, da provare. Baci Laura