mercoledì 17 settembre 2008

Noci salate farcite con crema di ricotta e pomodorini secchi



Si, è pur vero che per farle bisognerebbe avere un certo aggeggio che si chiama "cialdiera", e questa cosa è un pò limitativa.
Quando sull'onda della febbre da acquisto sconsiderato ho deciso che non potevo vivere senza questo aggeggio, ho fatto un giro su ebay e l'ho trovato, marca Efbe-Schott, modello ZN3.
Sia chiaro, non sono parente del fabbricante nè incasso una percentuale sulle vendite, però lo sfizio me lo sono tolto e a tutte quelle persone affette da mania ossessivo-compulsiva-da-acquisto-aggeggi la consiglio vivamente: quando ve la vedrete sul tavolo tronfia nel suo imballaggio di polistirolo e con le sue piastre intercambiabili, ah, ecco, vi sentirete meglio.
Poi, sull'effettivo e costante utilizzo ne possiamo discutere.
Io, ad esempio, ce l'ho da Natale eppure l'ho usata due volte, questa è la terza: una bella percentuale per un aggeggio del genere adorabilmente inutile (come ogni aggeggio che si rispetti, sennò che aggeggio sarebbe?).
Però, scoperta la ricetta di queste noci grazie a Savita di Coquinaria, credo che ne farò un ottimo uso.
Troverò il modo di inserire queste nocelle salate o dolci nei buffet che ogni tanto ho la fortuna di organizzare.
Ecco la ricetta, la riporto tale e quale quella di Savita perchè, caso strano, non ho cambiato quasi neanche una virgola, solo la grandezza dell'uovo ed un piccolo accorgimento che indicherò più avanti.

Noci salate o dolci con la cialdiera

per 80 mezzi gusci (40 noci)
225 gr farina
125 gr burro freddo di frigo tagliato a tocchetti
50 gr zucchero per la versione dolce oppure 25 gr parmigiano per la versione salata
un pizzico di sale
1 uovo medio
1/2 cucchiaino di lievito per torte (va bene anche per la versione salata)
scorza grattugiata di limone (solo per la versione dolce)

Si mettono tutti gli ingredienti nel mixer, quello con le lame, per intenderci, e si fa girare finchè non forma una pallozza.
Si può impastare il tutto a mano ma, potendo non faticare, suggerisco il mixer.
Se si usa un uovo medio non dovrebbe venire troppo morbido.
Si divide l'impasto in tante palline da 5 gr l'una (non esagero se dico che devono essere proprio 5 gr, il perchè sarà presto svelato).
L'accorgimento che dicevo prima è, appena formate tutte le palline, metterle in frigo per circa una mezzoretta ad indurirsi ben bene.
Secondo me si cuociono più croccanti col passaggio in frigo.
Mah.
Si accende la cialdiera e si aspetta che la luce rossa sia spenta (accesa?) non so bene la mia cialdiera vive di vita propria e non segue le istruzioni del libretto, insomma deve essere pronta per cuocere.
La cialdiera ha due piastre che si sovrappongono, in quella inferiore ci sono 12 cavità e in quella superiore 12 stampi convessi.
Nelle 12 cavità si devono mettere 12 delle palline che stanno in frigo, chiudere il coperchio senza friggersi una dito e aspettare circa due minuti che i guscetti si dorino.
I 5 gr esatti di peso di ciascuna pallina sono necessari perchè Savita ha individuato (e la ringrazio per questo) la giusta pezzatura per far si che la pallina cuocendo si adagi perfettamente nella cavità senza debordare.
E' ammessa una sbirciatina ogni tanto durante la cottura.
Appena i guscetti risultano dorati, si tolgono (attenzione ancora alle dita) con l'aiuto di un cucchiaino e si mettono a freddare in un vassoio.
Attenzione a non lasciare la piastra accesa per troppo tempo senza "contenuto" sennò bruciano le mollichine all'interno ed è sgradevole vedere e assaporare il bruciacchiato.
Tutto qui.

Ah, dimenticavo: la farcitura.
Questa è fatta con ricotta vaccina frullata con pomodori secchi, qualche foglia di basilico e un goccio d'olio.
Per farcirli basta usare un cucchiaino e mettere un pò di ripieno su una metà e chiuderla sovrapponendo un altro guscetto.
Ma vi sono infinite possibilità: mousse di prosciutto, melanzane a dadini e scamorza, crema di zucchine e millemila altre.

27 commenti:

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Che spettacolo!!! Mi devo mettere a caccia di questa cialdiera, dopo aver trovato quella per fare i donuts credo di poterle trovare tutte :-) Buona serata Laura

barbara ha detto...

mamma che voglia di addentarle... mi adeguerò... DOVRO' comprare la cialdiera... tentatrice!!!! :-)

Luvi ha detto...

noooo.. sono troppo! :D

Luvi ha detto...

idea insana.. ho dei gusci di noci.. hai suggerimenti per l'impasto da cuocere in forno?:D

Serena ha detto...

@laura
parti alla ricerca, se vuoi ti mando per email i dati del venditore ebay dove io l'ho presa...
Stampo per Donut?... io uso quello per savarin piccoli... :D

@Barbara
ah si, anche a te, se interessa, posso mandare il nome dell'aggeggio..ma poi...bisogna usarlo, non come me che l'avevo da natale praticamente mai usato.. ah ah ah

@Luvi
un'amica di coquinaria usa i gusci delle mezze noci, infatti, praticamente li ricopre con l'impasto. Se vuoi ti cerco il link al suo topic sul forum.
Stasera posto anche la ricettina dell'impasto che vale sia per noci salate che dolci.
Per domenica le farò dolci.
Pappappero.. :D

barbara ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
barbara ha detto...

Serena grazie, quando hai tempo, mandami pure i dati del venditore ebay e grazie per il premio!

rosalbaf ha detto...

Serena, vedo che l'hai provate anche tu, ma lo sai che io ce l'ho fatte da 4/5 giorni ancora non farcite e sono belle croccanti?

Luvi ha detto...

:D grazie, se ritrovi il link al post... in Romagna le pesche dolci , farcite con crema dei due colori , passate poi nell'alkermes e nello zucchero semolato. si fanno proprio coprendo con dei dischetti di pasta le noci, unte...:D

panettona ha detto...

wow , ma che belle!!!
dove posso travare questo attrezo per prepararle mi intriga un sacco ;)
a presto!

Claudia ha detto...

A questo punto Serena mia bella dovresti svelare anche a me tutti i segreti di questa cialdiera!!!per la ricetta aspetterò stasera...

Moka ha detto...

sembra che abbiano la codina :-)))))

Serena ha detto...

Ragazze, il nome del venditore non l'ho trovato (ma lo cerco domani dall'ufficio) però ho messo marca e modello.
Esiste lo ZN3 che è quella che ho io che 3 piatre, una per le noci, una per le cialde a forma di spicchio/fiore, una con dei pupazzini per natale.
Invece so che c'è la ZN1 che ha solo la piastra per le noci, ma credo che la differenza di prezzo tra le due non è molta.
:)

Serena ha detto...

Moka, dietro la lavagna tu...
:D

Anonimo ha detto...

Queste noci cialdose croccantine mi solleticano la fantasia... sicuramente con la crema simil Rocher sono una goduria, e come ci vedi una crema al mascarpone magari al caffè??? e semplicemente usate come barchette con dentro un ciuffo di panna e un fruttino di bosco? oppure panna e cannella?
Dolci o salate ai buffet faranno un figurone...
Ciaooo :-)) Giuli

Luvi ha detto...

sta piovendo e io sono iperattiva.. ho voglia di cucinare.. mi sa che proverò a farli con i gusci delle noci.. poi vi dico....
:D

Luvi ha detto...

http://www.coquinaria.it/new_index1024.html
trovato il post :D

Serena ha detto...

Luvi, sei un torrente in piena... Fammi sapere come sono venute coi gusci di noce..
io sono alle prese con la gobbetta delle madeleines...ahiahi...
:)

Angela ha detto...

Maffina, sono molto belle le tue noci e complimenti per il tuo blog che leggo sempre con molta curiosità.

Serena ha detto...

@Luvi
le gobbette delle madeleines non sono venute, ahimè :(

@Angela
ben ritrovata qui
:)

rosalbaf ha detto...

no, rileggendo io non ho fatto queste, cioe' nella versione dolce si che le ho fatte e sono buonissime, nella versione salata io ho fatto l'impasto della tua brise' al parmigiano, sono davvero fantastiche.
Si sono mantenute croccanti anche dopo 4 giorni(non farcite) io ho aggiunto all'impasto semi di papavero.

Marilena ha detto...

Queste noci mi intrigano assai assai!!! Sono spettacolari :-)

Anonimo ha detto...

accipicchia serena! giusto appunto la scorsa settimana ho ftto le noci dolci,ora mi chiedevo come farle salate..eh si..tengo la cialdiera !!!! sei un fenomeno!
ciao lallina

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Serena manda manda grazie mille!!!
Ma lo sai che io invece sto in fissa con la Pastamatic???? praticamente una regressione ... ahahahahah

Carmen ha detto...

viaggiando in rete per trovare il nome di questa cialdiera mi sono trovata da te, bel blog interessante,

Enrica ha detto...

una meraviglia, per posta mi è arrivata la piastra...non vedo l'ora di preparare noci ;)

Silvia ha detto...

Ritrovarti è sempre bello, e rileggere il tuo modo di far le cose... mi fa sentire che mi sei vicina e che io sono vicina a te...anche ora... ti voglio bene Serena
Baci