sabato 20 marzo 2010

Bignè di San Giuseppe ritardatari....



Non fritti.
Al forno e farciti con crema chantilly.
Beh, buoni lo stesso.
E soprattutto mi sono riusciti.
Il che è una grande conquista dopo anni di tentativi finiti in "frittatine".
La ricetta l'ho vista a "Dolcemente" di Santin, fatta da uno chef di non ricordo quale ristorante famoso.


La ricetta prevede, inorridite, anche una punta di lievito.
E la margarina, poiché dovrebbe aiutare la lievitazione, ma non ricordo bene come e perchè.
E se lievito e margarina se li consente uno chef di fama mondiale, posso mai negarli a me stessa, umile esecutrice di ricette altrui?
E quindi, lievito e margarina siano.

Bignè (o pasta choux)

90 gr farina
90 gr margarina
210 gr acqua
3 uova piccole (o 2 grandi)
¼ cucchiaino di lievito
un pizzico di sale

Preriscaldare il forno a 200°.
Far scaldare l’acqua con la margarina fino all’ebollizione, mescolando per far sciogliere tutta la margarina.
Aggiungere il pizzico di sale.
Levare dal fuoco e versarvi tutta la farina setacciata con il lievito in un colpo solo, mescolando per amalgamare.
Rimettere sul fuoco e mescolando far cuocere almeno finchè l’impasto non si stacca dalle pareti del tegame.
Versare nella planetaria e far andare il gancio per gli impasti morbidi a velocità ridotta.
Aggiungere un uovo e aumentare un poco la velocità finchè non si è amalgamato all’impasto, e poi aggiungere un altro uovo e così via.
Non aggiungere un uovo finchè il precedente non si sia perfettamente incorporato all’impasto.
A questo punto mettere il tutto nella sac a poche.
Foderare una placca con della carta forno, imburrando sia sopra che sotto la carta.
Con la sac a poche formare dei ciuffetti ben distanziati l’uno dall’altro, oppure delle strisce (per gli eclairs).
Con un dito bagnato d’acqua far rientrare la “puntina” del ciuffetto e infornare per circa 30 minuti senza mai aprire lo sportello del forno.
I bignè dovrebbero iniziare a “crescere” e gonfiarsi dopo circa venti minuti.
Dopo i primi 30 minuti, abbassare la temperatura a 160° e lasciare in forno per altri 20 minuti (questo serve a far cuocere anche l’interno del bignè).
Quando sono dorati, sfornare e lasciar raffreddare su una gratella.
Si possono congelare oppure conservare per qualche giorno in scatole ermetiche.
La farcitura è fatta con due terzi di crema pasticcera e un terzo di panna montata non zuccherata.

13 commenti:

mari_angela ha detto...

proprio belli :) ho visto anche io quello chef piemontese, ma mi ero persa la ricettina :) grazie

Anonimo ha detto...

Sono splendidi, cosi' come la presentazione.
Serena sei sempre piu' brava, meriti uno scroscio di applausi!
Baci, Angela.

Nanny ha detto...

Gustosissime,ne prendo una al volo :P

cinzia cipri' ha detto...

ciao polpettina, anche tu in ritardo eh?
come me... ma hai fatto bene a ritardare: sono fantastici! :D

Sabrina Fattorini ha detto...

Ciao,
una ricetta meravigliosa...da provare!Ho dato un'occhiata al tuo blog ed è tutto molto interessante, ti seguirò!!!
Se vuoi ricambiare la visita http//architettandoincucina.blogspot.com
A presto!

Mary ha detto...

Sono cosi carini con questa presentazione!

Genny ha detto...

non creod che qualcuno si sia lamentato del ritardo , vero ?

dolci a ...gogo!!! ha detto...

belli e scenografici davvero perfetti e golosisssssssssssssimi!!bacioni imma

Serena ha detto...

@Mari_angela
ecco, si, è vero, era proprio uno chef piemontese.. :)

@Angela
sei la "mia" Angela di Roma?....:) :)

@Nanny
Con piacere!!! :)

@Cinzia
sono stati apprezzati anche se ritardatari..ai bignè non si può dire di no.. :D :D

@Sabrina
Certo che vengo a trovarti!...

@Mary
Grazie!

@Genny
Ah no, proprio no... :D

@Imma
golosissimi prima di tutto...da mangiare in un sol boccone.. :)

Luciana ha detto...

Ciao cara, davvero buoni e molto ben presentati...un bacione

Alem ha detto...

bellissima questa fotografia!!
E la punta di lievito è da provare assolutamente!

Maurina ha detto...

Serena, come al solito ricette bellissime e risultati golosissimi!! Che voglia di qualcosa di dolce che mi hai fatto venire... adesso vado a casa e mi accontento del budino al cioccolato e cardamomo preparato ieri sera...

Nena ha detto...

la crema chantilly lo adoro e davvero complimento sia per la ricetta che per la presentazione:))