martedì 3 giugno 2008

Torta pastello alla chantilly e fragole

Per una collega che rientra al lavoro dopo un lungo periodo di assenza, qual'è torta migliore di questa?


Una torta rosa salmone, di quel rosa che ti porta a pensare che la vita può tornare rosa dopo la sofferenza e di quella zuccherosità che coccola e avvolge e scalda il cuore.
Perlomeno spero sia questo che abbia provato la destinataria di questa torta.

La base è pandispagna, ricetta ormai collaudata dopo avere letteralmente "bevuto" le spiegazioni di più di un'amica, in special modo MariaLetizia.

Pan di spagna

per una tortiera di diametro 22 cm
3 uova intere
95 gr farina
95 gr zucchero semolato
Sbattere a lungo le uova intere con lo zucchero finchè il composto non "scrive" cioè dalla frusta cola lentamente depositandosi sul resto e restando in evidenza prima di amalgamarsi.
Setacciarvi la farina e con la spatola incorporarla mescolando dal basso verso l'alto per non smontare le uova.
Versare nella tortiera imburrata dappertutto e infornare nel forno già caldo a 180° per circa 40 minuti, anche meno.
La prova se il pandispagna è cotto è data dal fatto che si staccherà dai bordi della taglia e la superficie è morbida ma non cedevole.
Non aprire il forno se non sono passati almeno 30 minuti, mi raccomando.
Il pandispagna va sformato subito, possibilmente su una gratella.
Se lo si lascia nella teglia continuerà a cuocere e verrà fuori biscottato nella parte esterna (garantito, credetemi sulla parola...)
La torta è stata tagliata in due strati e poi bagnata con uno sciroppo di acqua e zucchero.
Farcita con crema chantilly (due terzi di crema pasticcera e un terzo di panna montata) mischiata a fragole fatte macerare con succo di limone e poco zucchero.
Ricoperta (male, si vede il buchino lì in basso....) con pasta di zucchero fatta con i marshmallows e decorata con la crema al burro (meglio della panna per resistenza e resa).
La ricetta del fondente è stata pubblicata su Coquinaria da Laurapi che a sua volta l'aveva vista su Cookaround.

Fondente con i marshmallows
150 g di marshmallow
330 g di zucchero a velo

Prendete i Marshmallow (io ho preso quelli rosa per la copertura e i bianchi li ho usati per fare le pasta per le decorazioni) li ponete in un recipienti, aggiungete 3/4 cucchiai di acqua e fate sciogliere a bagno maria.
Aggiungete metà dello zucchero a velo e mescolate (fuori dal fuoco),
sul piano da lavoro mettete il restante zucchero a velo e impastate con i marshmallow sciolti. Impastate fino a che non uscirà una "pasta" morbida ma ben lavorabile. Mettete in una pellicola trasparente e lasciate riposare per 24 ore fuori dal frigo.
Si stende con il matterello, aiutandosi con zucchero a velo o amido di mais.

Cominciano a piacermi le torte farcite, vuol dire che sto invecchiando.

10 commenti:

astrofiammante ha detto...

questa coccolosa torta è un vero splendore........le fragole le hai messe col loro sugo o scolate?
bravaaa, ciaooo!!

lydia ha detto...

Io adoro le torte farcite!!!!!!!!

michela ha detto...

QUEL CHE SI INTRAVEDE E' STUPENDO!

Lidia ha detto...

Sono la "destinataria" in questione di quella rosea delizia! Come poteva essere migliore il mio ritorno alla vita attiva?
Capita di attraversare momenti un pochino bui, in cui trovare affetto e calore è cosa vitale. Trovarli anche dove non avresti mai pensato, magari non così o con modalità più circostanziali, allora si, è una meravigliosa sorpresa, una vera "carezza al cuore".
Grazie Serena!
La tua torta è stata una gioia a trecentosessanta gradi, un piacere per gli occhi e un tripudio per il mio palato, da inguaribile golosa quale sono.
Penso che per prima cosa il piacere sia quello degli occhi ed ogni cosa che fai, oltre essere bella, è davvero straordinariamente buona, grazie ancora !!!
Lidia

Sere ha detto...

Che bello sentire di queste storie..qui se non ti infilano le dita negli occhi è già un dippiù! ^_^

Spilucchina ha detto...

Io invece sono ancora giovane. Questo è un genere che non mi attira, per ora. Ma ho grandissima stima in chi, come te, ha una grande manualità.
Mentre voi vi pappate una bella fettazza, io mi godo le ultime quattro ricette postate, che rientrano decisamente nelle mie ricette preferite!

Ciboulette ha detto...

Bella!!!!!!!

E un bellissimo pensiero per la tua collega, anche io uso la cucina come mezzo per manifestare l'affetto, ed in questo caso penso che il messaggio sia arrivato!

Pinella ha detto...

Che meraviglia, Maffinasuperwoman!!!

benedetta ha detto...

E' una delizia, come un golfino da neonati fatto a mano!Complimenti! Io sono negata con le glasse, mi potresti spiegare questa tua con i marshmallows?

Serena ha detto...

Benedetta, la ricetta è:
150 gr marshmallows, 300 gr (e più) di zucchero a velo, un paio di cucchiai di acqua.
Si mettono a sciogliere a bagnomaria i marshmallows, con l'acqua.
Poi quando sono sciolti, si leva dal fuoco e si aggiunge lo zucchero a velo e si mescola, finchè ha una consistenza impastabile a mano.
A quel punto si finisce di impastare sul piano di lavoro aggiungendo zucchero a velo.
Attenzione che deve rimanere una massa maneggiabile ma morbida, tipo pasta all'uovo e attenzione anche che tenderà comunque ad appiccicare nonostante lo zucchero a velo.
Quando è pronta si avvolge bene nella pellicola e si fa riposare a temperatura ambiente per circa 24 ore.
Poi si usa o per ricoprire o per modellare figure o altro.
Il colore finale dell'impasto risente fortemente del colore dei marsh mallows.
:)